CINA ETICHETTATURA VINI-CONSULENZE LEGALI, FISCALI, DOGANALI per EXPORT, INVESTIMENTI e APPALTI all'ESTERO

CONSULENZE LEGALI, FISCALI, DOGANALI per EXPORT, INVESTIMENTI e APPALTI all'ESTERO

CINA ETICHETTATURA VINI

pagina precedente
ETICHETTURA DI VINI IN CINA


Le due principali fonti della normativa tecnica cinese in tema di vini sono: GB 15037 – 2006, relativo agli standard enologici e GB 10344 – 2005, relativo alla etichettatura di vini; tali norme sono applicate dal General Administration of Quality Supervision e dall’Inspection and Quarantine of the People’s Republic of China.


Con riferimento alle citate normative tecnici cinesi, gli esportatori di vino nella Repubblica Popolare Cinese devono quindi tenere in considerazione quanto segue:

- il nome dei prodotti è obbligatorio; il termine “uva di vino” è di per sé sufficiente, tuttavia, è consigliabile usare una delle seguenti specificazioni: “rosso”, “bianco”, “frizzante”, “semi-frizzante”, “fortificato”, “addizionato con zucchero” e simili; dato che il vino può essere considerato come un prodotto derivante da un'unica materia prima, per esso non dovrebbe essere obbligatoria la presenza di una lista di ingredienti, ciononostante, devono essere indicati: additivi di zucchero, conservanti e coloranti (questi ultimi sono consentiti solo per i vini fortificati);

- l’indicazione del tasso alcolico deve essere riportata come segue: xx.x% vol.;

- è consentito un margine di tolleranza, tra il grado riportato in etichetta e quello reale del prodotto, pari a + / - 1,0%;

- deve essere riportato nella etichetta il volume di vino del contenitore assieme al termine “vino”;

- il nome e l’indirizzo dell’agente cinese, importatore o distributore deve essere riportato nell’etichetta;

- il nome e l’indirizzo del produttore non è obbligatorio, tuttavia se viene incluso non è necessario che sia tradotto in lingua cinese;

- è obbligatoria l’indicazione del paese di origine, di solito gli importatori richiedono un certificato di origine per corrispondere a tale requisito; tali certificati di origine sono rilasciati dalla camera di commercio del paese di provenienza del vino;

- la data di imbottigliamento deve essere riportata nelle indicazioni in cinese;

- i vini con tasso alcolico inferiore al 10% devono riportare l’indicazione di un periodo di durata minima; i vini con gradazione superiore al 10% non devono rispettare tale obbligo;

- l’indicazione del tipo di prodotto è obbligatoria in Cina, ciò può essere specificato con la reale indicazione del contenuto di zucchero o con l’indicazione della categoria.
 
LEGGI PER
ESPORTARE IN CINA